Rafa Nadal OCD? O Masterclass in Gestione dello stress

Ansia di stato. E ‘ ovunque in questo momento. Ed è uno dei deterrenti più sottovalutati di una vita ben vissuta, soprattutto perché la percezione diventa realtà. Come fanno gli atleti a gestire il momento con routine, superstizioni e rituali che rasentano il comportamento OCD di Rafa Nadal?

Non penso che tu sia umano se non ti innervosisci.

Sidney Crosby

Rafa Routine e superstizioni?

Le stime del numero di rituali di Rafa vanno da un elenco di 12 “compulsioni pre-servire” a 20 rituali in campo, con poca sovrapposizione. Qui sono alcuni di Nadal “mosti”:

  • fare una doccia fredda 45 minuti prima della partita;
  • Indossare calze alla stessa altezza;
  • Portare una racchetta in tribunale, e cinque racchette nella sua borsa;
  • Posizionare due bottiglie di acqua, un freddo, caldo, in una linea retta sulla terra, etichette rivolta verso la parte finale del tribunale che sta per giocare;
  • Sprint alla linea di base dopo il giro della moneta, con un passo diviso poi una corsa intorno al campo posteriore;
  • Non camminare mai in disparte – come se evitasse crepe su un marciapiede; e
  • Rimbalzare la palla da 10 a 12 volte prima di servire.

Rafa Nadal OCD? O affrontare l’ansia di stato?

Forse il più colorato di tutti è Rafael Nadal ei suoi momenti OCD borderline dietro la linea di servizio. È un atleta focalizzato sul laser con superstizioni e rituali altamente ripetitivi prima di eseguire un’abilità specifica.

Tutto inizia quando allinea attentamente le sue bottiglie d’acqua in modo tale che i loro lati corrispondenti puntino nella stessa direzione. Forse dandogli un po ‘ più di controllo su questo risultato controllabile e fiducia mentale prima che la partita sia ancora in corso.

Rafa poi fa i suoi soliti grandi salti durante il lancio prima della partita. Traduzione-il linguaggio del corpo positivo, mentre in mostra la sua determinazione e la messa a fuoco per il suo avversario in tutta la rete.

E come se ciò non bastasse, il suo rituale pre-servizio è probabilmente quello che evoca l’etichetta OCD di Rafa Nadal. Dal toccare metodicamente i fianchi con le dita, tirando i pantaloncini, annusandoli e fissando attraverso la rete. Prende molto deliberatamente il suo tempo su ogni punto, non solo le fasi più cruciali di una partita. E tale comportamento predeterminato probabilmente gli consente di avere un vantaggio mentale sulla linea di servizio quando “gli yip” cercano di minare le sue prestazioni.

E se un servizio riesce in qualche modo a tornare, Rafa è pronto a dettare ogni punto del gioco, impostare e abbinare. Non solo con la sua racchetta, ma anche intensità-saggio.

Inizia ogni raduno con un grugnito gutturale che ci ricorda una band rap-rock degli anni ‘ 90 e di nuovo dopo aver suonato ogni colpo. Poi un uppercut rapido e deliberato verso il cielo se vince il punto.

E da lì, la sua intensità cresce solo più forte. Rafa continua a scavare sempre più in profondità per macinare il suo sfidante dal retro del campo.

Ma rimanendo sempre umile, offrendo il più debole degli applausi della racchetta quando il suo avversario supera le grandi aspettative di Rafa. Lode da un uomo così deliberato e propositivo.

Ansia e sport

Quando si tratta di tennis, l’ansia di stato è una tremenda bestia da fardello. Con ogni passo falso ingrandito attraverso la lente della storia del tennis professionale: i bloopers e i vincitori. Vincere o perdere, capricci o sportivo; i giocatori di tennis sono sotto un microscopio che condividono senza il beneficio di compagni di squadra o allenatori.

Motivazione esterna a parte, il problema molto più significativo è che c’è un maggiore senso di occasione quando un giocatore compete davanti agli altri — un silenzio per calmare i nervi. Poi un’esplosione di prodezza sportiva.

Ora immagina per un momento; ti trovi alla linea di servizio nell’Arthur Ashe stadium con 23.771 fan che aspettano la tua prossima mossa con entusiasmo anticipato. Scegli bene-ruggiscono. Fare un errore – e un gemito collettivo o espirare.

Inserisci la versione di 21 anni di te stesso. Come gestiresti il momento in cui cerchi di fare una svolta del Grande Slam? E se Rafa Nadal fosse di fronte a te? E ‘ abbastanza per dare a chiunque il yip.

Lo sport può aiutare a trovare il metodo di follia

Steely resolve di Sidney Crosby a Rafa Nadal OCD manierismi. Gli atleti gestiscono l’ansia di stato per necessità di prestazioni. Può anche aiutarli a trovare lo stato di flusso. La parte del leone degli attributi di cui sopra sono vitali per far fronte con ansia momentanea e situazioni cruciali.

È solo quando sono una necessità di qualsiasi decisione che tali comportamenti possono sopraffare un momento. Quando si cerca di gestire i momenti difficili e carichi di pressione che tutti affrontiamo, ricordarsi di trovare conforto nella preparazione e nel successo nelle aspettative

Il momento non è mai troppo grande quando è stato provato. E questo di per sé è un talento che può richiedere 10000 ore per imparare e a volte si sente così a lungo da guardare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.